TRUST E SISMA: UN AIUTO PER CHI HA PERSO TUTTO

Il nostro ordinamento offre la possibilità di tutelare e gestire correttamente e proficuamente i propri interessi patrimoniali…

….chiunque ha la possibilità di adottare una corretta strategia adatta ed adeguata alle proprie specifiche esigenze patrimoniali….questa va studiata, adottata e monitorata ed aggiornata con l’aiuto di uno specialista….il proprio patrimonialista…un professionista che di professione fa questo…consiglia il corretto mix di strumenti ed azioni che, combinati tra loro, consentono di gestire in modo ottimale la propria patrimonialità in funzione di specifiche esigenze di vita (realtà familiare, professionale, vecchiaia, passaggio generazionale, ecc.).

Occorre, quindi, conoscere gli strumenti che il nostro ordinamento ci offre e “ritagliare” un bellissimo abito su misura….

A tal proposito, è di questi giorni una notizia che merita sicuramente un doppio plauso, tanto per il significato “civile” ed “umano” che esprime, e tanto per l’esempio di chiara e capace ingegneria giuridica che rappresenta…

Alcuni professionisti, al fine di contribuire a sollevare coloro che con il sisma di Amatrice han perso tutto, hanno costituito un “Trust onlus”, volto alla raccolta di contributi sotto qualsiasi forma da destinare come aiuto….

…dal punto di vista prettamente giuridico-patrimoniale l’operazione ha il pregio di rappresentare il Trust per quello che effettivamente è, cioè un utile, valido e malleabile strumento di corretta gestione delle più svariate esigenze personali-patrimoniali….nello specifico, una raccolta di fondi affidata ad un trustee che ha il compito di gestirli e destinarli a favore di uno specifico fine…

….dal punto di vista “umano”, sicuramente vanno ringraziati i professionisti che hanno messo sul piatto la loro professionalità per chi, purtroppo, è meno fortunato….

M.