POLIZZE VITA: INSEQUESTRABILITA’ E IMPIGNORABILITA’?

2/07/2018

Aspetti penali:

La disposizione dell’art. 1923 c.c., secondo cui le somme dovute dall’assicuratore al contraente o ai beneficiari non possono essere sottoposte ad azione esecutiva o cautelare, riguarda i rapporti civilistici e il sequestro penale può avere ad oggetto una polizza assicurativa sulla vita in quanto le finalità di tale misura cautelare reale, funzionale alla confisca, non risentono delle limitazioni riguardanti i rapporti tra privati” (Cassazione penale, sez. II, 10/01/2018,  n. 8584)

Le somme derivanti dal riscatto di una polizza assicurativa sulla vita sono assoggettabili a sequestro conservativo se, considerate le concrete pattuizioni contrattuali, la polizza presenta natura e finalità non previdenziali, ma di strumento finanziario” (Cassazione penale, sez. VI, 12/09/2017,  n. 47012)

Il sequestro preventivo può avere ad oggetto una polizza assicurativa sulla vita, dal momento che il divieto di sottoposizione ad azione esecutiva e cautelare stabilito dall’art. 1923 c.c. attiene esclusivamente alla definizione della garanzia patrimoniale a fronte della responsabilità civile e non riguarda la disciplina della responsabilità penale, nel cui esclusivo ambito ricade il sequestro preventivo. ” (Cassazione penale, sez. III, 10/11/2016,  n. 11945).

….mi sembra evidente, penalmente trattando, la posizione della Cassazione.

Leggendo attentamente, però, la stessa Cassazione penale, nelle recenti pronunce riportate, sottolinea che la sottrazione all’azione esecutiva e cautelare “riguarda i rapporti civilistici“, con ciò confermandone l’esenzione.

E in caso di fallimento?

Le somme versate dalla compagnia assicuratrice all’assicurato fallito a titolo di riscatto della polizza vita sono sottratte all’azione di inefficacia di cui all’art. 44 l.fall. in virtù del combinato disposto degli artt. 1923 c.c. e 46, comma 1, n. 5, l.fall., riguardando l’esonero dalla disciplina del fallimento tutte le possibili finalità dell’assicurazione sulla vita e, dunque, non solo la funzione previdenziale ma anche quella di risparmio” (Cassazione civile, sez. I, 14/06/2016,  n. 12261).

…direi, in questo caso, pronuncia abbastanza “comoda”… esonero dalla disciplina del fallimento “tutte le possibili finalità dell’assicurazione sulla vita e, dunque, non solo la funzione previdenziale ma anche quella di risparmio”.

Detto questo, vi aspetto da settembre con la nuova edizione Patrimoney del Master “Il Patrimonialista”, all’interno del quale, tra le 8 giornate, oltre a successioni, rischio, strumenti di tutela, vi sarà anche una intera giornata sulle polizze…

Per info e iscrizioni scrivete a:

info@patrimoney.it

angelo.marelli@patrimoney.it

M

P.S.: ….dimenticavo…. hai chiesto le credenziali della nuova piattaforma “WEDO” di Patrimoney? Nooo? ….nn perdere ulteriore tempo…   scrivi a angelo.marelli@patrimoney.it e, gratuitamente, chiedi le credenziali d’accesso alla nuova piattaforma patrimoniale, l’ambiente di lavoro del Patrimonialista. Accedi dal sito www.patrimoney.it, clicca sul banner “WEDO“, e comincia a mappare famiglie e patrimoni e a elaborare report da condividere davanti al cliente… da lì in poi inizia l’avventura… una figata… l’evoluzione professionale… tu e  Massimo Perini, insieme,  costruite progetti patrimoniali personalizzati, “cuciti su misura” in base alle specifiche esigenze del cliente…. WEDO, noi facciamo, noi progettiamo, noi costruiamo progetti patrimoniali…