SUCCESSIONE: TITOLI OBBLIGAZIONARI EMESSI DAGLI ENTI TERRITORIALI

Lo sapete benissimo no…. i titoli del debito pubblico sono esenti dall’imposta di successione.

Se vieni a mancare e lasci ai tuoi figli investimenti in titoli di stato, i tuoi eredi nn pagano imposte di successione, a prescindere dal loro valore….

E se sn esenti, è chiaro, nn vanno ad intaccare eventuali franchigie…

Ottimo.

Se i titoli di stato nn ce li hai, ma cmq hai investito in prodotti finanziari che li contengono (fondi d’investimento), i tuoi eredi saranno esenti dall’imposta per quanto all’interno del fondo risulta esserne investito (da apposito prospetto).

Bene.

Se nn hai titoli di stato ma hai titoli “equiparati”, se te ne vai comunque chi riceve godrà dell’esenzione….

Come? Ah… cosa significa “equiparati”?

Allora, si tratta di tutti i titoli che attualmente sn soggetti all’imposta sostitutiva del 12,50% a titolo definitivo sugli interessi percepiti. Per esempio i buoni fruttiferi postali.

E se vieni a mancare e lasci titoli obbligazionari emessi da enti territoriali? Si, hai capito, titoli emessi da comuni, province, regioni, città metropolitane, ecc….

Mi spiace, se hai dei BOC, BOP, BOR i tuoi eredi ci pagheranno le imposte di successone…. nn rientrano nella categoria dei titoli equiparati ai titoli di stato… quindi niente esenzione…

E se invece della successione li trasferisco in vita con donazione?

Saranno ovviamente imponibili i titoli degli enti territoriali ma, attenzione, pure quelli del debito pubblico nonché quelli ad essi equiparati….

Mi spiace tanto… ma l’esenzione vale per la sola successione e nn per la donazione

M